Difficile prevedere il futuro, difficile fare previsioni, difficile dare dei giudizi definitivi. Quello che possiamo fare è analizzare quanto successo finora e cercare di interpretare i dati per pianificare al meglio le attività future.

Volenti o nolenti, la pandemia ci ha messo di fronte a una cruda realtà. Qualunque cosa facciamo, non possiamo anticipare le conseguenze che porterà in futuro.

Per avere un’immagine più chiara, vediamo alcune delle nuove tattiche che gli hotel più forti sono riusciti a mettere in atto nell’immediato.

1. Flexing Advance Purchase Rate
La possibilità di prenotare un soggiorno con una facile cancellazione o cambio di prenotazione, dà un senso di tranquillità all’ospite. Non sentirà la pressione del denaro speso, come farebbero con la normale procedura di prenotazione. Molte delle persone sono effettivamente riuscite a risparmiare durante il lockdown e la pandemia, e molte famiglie non solo possono permettersi un viaggio, ma non aspettano altro che il momento per poterlo fare. Molti di loro però sono più cauti sulle spese, perché non sanno quali emergenze incontreranno nel prossimo futuro. Quindi, un viaggio prenotato nei prossimi mesi può anche dare loro uno spiraglio di speranza, che renderà le restrizione più facili da sopportare. Allo stesso tempo una prenotazione senza penali o grossi addebiti in risvolti più negativi, servirà a tranquillizzarli.

2. Un buon piano di comunicazioni per la riapertura
Una risposta chiara alle domande comuni è la chiave per diventare un hotel affidabile per gli ospiti. Siamo così abituati a vendere sogni, che non pensiamo quanto questo influenzi il modo in cui inviamo tutti i nostri messaggi. Questa volta è più importante che mai essere più dettagliati e usare il nostro linguaggio per creare un’immagine chiara per l’ospite riguardo a cosa aspettarsi dal soggiorno. Procedure chiare, risposte esaustive alle richieste e 
alle domande più frequenti. Sarebbe facile copiare e incollare leregolamentazioni sanitarie diffuse dalle istituzioni. Ciò darebbe la responsabilità dell’interpretazione sbagliata al lettore e all’ospite finale. Ma ci farebbe anche perdere la fiducia dell’ospite. Anche qui cerchiamo di indicare chiaramente quali dei servizi possono mantenere la loro normale funzione e quali possono essere soppressi o non disponibili. Non eliminare completamente le pagine e le informazioni del servizio, poiché potrebbe creare confusione.

3. Mantenere l’attenzione sui clienti locali e / o sui clienti che hanno un facile accesso al paese

Mentre prima la tariffa e il prezzo ruotavano attorno a determinati mercati, dove ad alcuni ospiti veniva data una tariffa scontata in base agli arrivi precedenti dal paese ora, con le chiusure dei confini in continua evoluzione, il portafoglio deiclienti può cambiare drasticamente. Oggi i governi tendono a basare le loro decisioni su chi far entrare nel loro paese e chi no, in base al numero di casi gravi di contagio in determinate aree. E questo può cambiare da una settimana all’altra; tuttavia, se il team di vendita tiene d’occhio le varie politiche preventive adottate dai diversi paesi diventa possibile fare delle previsioni. Per esempio, non molti albergatori maldiviani aspettavano i russi per prendere in consegna il mercato nel mese di agosto e settembre, quando invece si aspettavano una forte ondata di turisti europei. Era facilmente prevedibile osservando come il governo locale stesse trasmettendo il messaggio ai propri cittadini durante il blocco. L’Europa ha cercato fortemente di mantenere in funzione le attività commerciali locali, mentre la Russia e altri mercati della CSI facevano di tutto per dimostrare come poter vincere il virus rilasciando continui aggiornamenti sul progresso dei loro vaccini.

Analizzando e interpretando le azioni a livello globale, si può quindi capire come comportarsi nell’immediato futuro. Perché adesso occorre, purtroppo, ragionare sul breve periodo.

Analizziamo ora la situazione delle agenzie di viaggio.

Come le agenzie di viaggio possono promuoversi in questo periodo di crisi? Cosa possono imparare dall’immediato passato? Difficile prevedere il futuro, difficile fare previsioni, difficile dare dei giudizi definitivi. Quello che possiamo fare è analizzare quanto successo finora e cercare di interpretare i dati per pianificare al meglio le attività future.

Per avere un’immagine più chiara, vediamo alcune tattiche che gli agenti di viaggio possono mettere in atto nell’immediato.

Sì, la pandemia, i blocchi e la chiusura delle frontiere hanno portato a una rapida decimazione dei posti di lavoro e hanno visto molte realtà costrette alla chiusura. Quelli che hanno mantenuto la loro posizione, hanno visto quali parti erano cruciali per il loro lavoro e cosa poteva essere affrontato in modo diverso.

Quale categoria di lavoratori è stata determinante per garantire la fluidità del flusso di lavoro? Quelli che stavano in ufficio nove ore al giorno, cinque giorni a settimana o quelli che possono essere remunerati in base agli obiettivi raggiunti? Quali impieghi invece possono essere esternalizzati per meno?

Le agenzie che hanno tenuto sono quelle i cui amministratori non si sono concentrati solo su come raggiungere il budget attuale, ma quelli che hanno progettato in anticipo le proposte per i viaggiatori del prossimo anno. Questo ha conferito loro fiducia e senso di stabilità agli occhi dei consumatori e dei partner.

Si può sostenere, che siano sopravvissuti grazie alle loro dimensioni nel mercato, alla loro stabilità finanziaria, ma come si spiegano poi quelli che sono entrati solo un paio di anni fa in un fiorente settore e sono cresciuti grazie all’uso attivo della ricerca di nuove strade? Così, durante il periodo difficile della pandemia non hanno perso la loro malleabilità e sono rimasti alla ricerca di nuovi modi per rimanere a galla.

Vediamo di seguito alcuni degli esempi di sopravvivenza delle agenzie di viaggio.

  •  Avventure create ad hoc per i clienti
    Quante persone bloccate in casa si sono immaginate di scappare in luoghi remoti? Qualche agenzia ha persino aperto una nuova attività basata su questa idea. Perdere il lavoro per alcuni significa non essere legato per un periodo a un posto fisso, scoprendo un nuovo modo di vivere. Con l’ascesa dei social media, sono nati anche molti travel influencer, che hanno ispirato molti a diventare dei nomadi digitali, o a esplorare il mondo. La difficoltà principale, potrebbe essere la disinformazione e la mancanza di esperienza. Qui entra in gioco un nuovo tipo di agente di viaggio, che basa la sua esperienza sul vecchio stile di questo lavoro (www.stokebroker.com).
  • Diventare dei “facilitatori” per i viaggiatori e le destinazioni
    Sebbene gli hotel cerchino di spiegare al meglio la situazione reale e le varie azioni del governo locale, non sempre facilitino il compito. Devono comunque mantenere la vendita dei loro soggiorni come priorità principale. Non è quindi semplice per loro rispondere a ogni tipo di domanda riguardo a procedure, burocrazia, documenti e altre formalità. Qui è dove entra in azione un buon agente. Tradurre il discorso formale in azioni può essere possibile solo se si è fluenti nelle relazioni interpersonali e nella capacità di risolvere i problemi. Sai come rassicurare in qualsiasi momento i clienti? I clienti si fidano delle agenzie e si rivolgono a esse soprattutto per avere aiuto nel caso si trovino in difficolta in un paese straniero. L’agente deve diventare il suo amico più fidato.
  • La nascita (o meglio la crescita) di automatismi e la ricalibrazione della forza lavoro
    Il virus ha reso la comunicazione molto difficile. La paura di essere infettati o infettare qualcuno che è molto più a rischio, rende i contatti diretti più difficili. Molti uffici hanno chiuso e l’ascesa del lavoro intelligente da casa ha creato anche la necessità di tecnologie più veloci. Molte di queste esistevano già prima, ma non sono state mai applicate. Un servizio esterno automatizzato potrebbe essere una soluzione per gli agenti, per facilitare il lavoro e tagliare il budget. Altri hanno iniziato a sviluppare un modo più semplice per i turisti di comunicare con la gente del posto e risolverei loro problemi (vedi www.be-spoke.io).